Infermieri all’ospedale Civico di Lugano (foto di Loreta Daulte)
STUDI CLINICI

Cure complesse, migliore assistenza: in crescita
la ricerca infermieristica EOC

Tempo di letturacirca 5 minuti di lettura

Dal 2018 a oggi si è passati da 67 a 133 pubblicazioni l’anno. I risultati presentati alla Giornata dell’Innovazione e della Ricerca Infermieristica, che ha riunito quasi 200 professionisti al Campus Est di Lugano  

Tecniche avanzate

La biologia? È una questione
di fisica, matematica
e intelligenza artificiale...

Tempo di letturacirca 7 minuti di lettura

Intervista ad Andrea Cavalli, group leader all’IRB di Bellinzona. Con sistemi innovativi è possibile identificare anche minime variazioni della struttura delle proteine, che possono provocare tumori

Ampie vetrate all’interno dello stabilimento cosmos (foto di Eugenio Celesti)
Pian Scairolo

Al via "cosmos", una fabbrica
innovativa e sostenibile
che guarda alla bellezza

Tempo di letturacirca 6 minuti di lettura

Inaugurato lo stabilimento più grande del gruppo farmaceutico IBSA, nel quartiere CorPharma. Attrezzature di alta tecnologia, con un’attenzione particolare per ridurre l’impatto sull’ambiente

L’edificio principale dell’ETH a Zurigo (foto Shutterstock)
Facoltà di Scienze Biomediche

Ticino-Zurigo: funziona
la collaborazione scientifica
fra l’USI e il Politecnico

Tempo di letturacirca 7 minuti di lettura

Allo studio una nuova scuola di dottorato congiunta con percorsi di “MD/PhD Joint Degree”, che prevedono il normale iter di formazione medica ma anche l’avvio verso un’attività di ricerca

Fondazione Sasso Corbaro

Empatia, coinvolgimento:
da Bellinzona uno studio
contro la "violenza ostetrica"

Tempo di letturacirca 5 minuti di lettura

Iniziativa in collaborazione con la George Washington University (USA). I ricercatori valuteranno in modo globale la gravidanza, per capire di cosa hanno davvero bisogno le madri 

Foto di Alberto Chollet
Schweizerische Nationalfonds

Nuove regole del Fondo nazionale: più attenzione alle mamme ricercatrici

Tempo di letturacirca 6 minuti di lettura

Da questo autunno chi vorrà richiedere un finanziamento dovrà utilizzare un nuovo formato di curriculum, che lascia più spazio alla narrazione del proprio lavoro e agli anni di “sospensione” 

Arianna Baggiolini, direttrice del nuovo laboratorio "Stem Cells and Cancer" all’Istituto oncologico di ricerca di Bellinzona, che si occuperà soprattutto di melanoma (foto IOR)
oncologia

E adesso allo IOR si studiano i misteri del melanoma,
con staminali e "organoidi"

Tempo di letturacirca 5 minuti di lettura

Al via un nuovo gruppo di ricerca diretto da Arianna Baggiolini. Attenzione puntata soprattutto sulle metastasi indotte dal più aggressivo tumore della pelle. Studi in sinergia con l’IRB

Silvio Seno lungo la grande rampa in salita del Campus SUPSI di Mendrisio Stazione (foto di Marian Duven)
formazione

Benvenuti nel “villaggio” SUPSI fra ricerca, lezioni, futuro (e aree di svago)

Tempo di letturacirca 8 minuti di lettura

Intervista a Silvio Seno, direttore del Dipartimento ambiente costruzioni e design, e responsabile del Campus vicino alla stazione di Mendrisio, dove lavorano e studiano circa 1’000 persone

Foto shutterstock
PSICOLOGIA

Reale, ma anche illusorio Come non farsi ingannare dal mondo digitale

Tempo di letturacirca 7 minuti di lettura

Incontro al LAC con esperti di neuroscienze sociali e con il mentalista Federico Soldati. Occhi puntati sugli adolescenti: i più esposti, per i meccanismi biologici dell’età, al rischio di dipendenza dai social

Silke Gillessen Sommer, direttrice medica e scientifica dell’Istituto oncologico della Svizzera italiana (foto di Loreta Daulte)
oncologia

Un mix di ricerca e clinica l’arma più potente contro
il tumore della prostata

Tempo di letturacirca 9 minuti di lettura

Il Ticino è diventato un centro di riferimento per questo tipo di tumore, con un’équipe di specialisti di livello europeo all’Istituto oncologico della Svizzera italiana e quattro gruppi di ricerca allo IOR

Foto di Alfio Tommasini
neuroscienze

Scoperto il meccanismo
nascosto che può dare
il via alla “mucca pazza”

Tempo di letturacirca 6 minuti di lettura

Importante studio firmato da Luca Varani dell’IRB di Bellinzona e da Adriano Aguzzi dell’Università di Zurigo. "Fotografato" il passaggio che provoca la malattia, ora riapparsa nei cervi del Nordamerica